Alcool, droga e scrittura

L’altro giorno leggendo le dichiarazioni del regista Lars Von Trier dopo la disintossicazione: “Non so se riuscirò a fare altri film e questo mi preoccupa”, mi sono letteralmente imbufalita.

E basta con questo cliché trito e ritrito. Per creare devi per forza drogarti e alcolizzarti? Continue reading “Alcool, droga e scrittura”

Ritorno al passato

Oggi voglio rendervi partecipi di una piccola disavventura durata circa sei ore; minuto più, minuto meno.
Una disavventura che mi ha fatto riflettere su tutto quello che ci circonda e di come tutto questo possa essere effimero, quasi un alito di vento e di come ognuno di noi possa reagire in maniera differente.

Premessa

Ieri mattina mi sono alzata prestissimo per poter consegnare un lavoro a un cliente, perché da lì a un’ora sarei stata prelevata dal mio fidanzato perché lo avrei accompagnato in ospedale; essendo lui poco pratico della zona.
Una volta arrivati a destinazione, non solo la bellissima giornata di pioggia splendeva alta in cielo, ma il Centro Unico Prenotazioni dell’ospedale, per gli amici CUP, sembrava essere impazzito. Gente che urlava, bambini insofferenti, vecchi disperati e chi più ne ha, più ne metta.
Il luogo sembrava talmente pieno di gente che assomigliava più a una scatola di sardine troppo piena che a una sala d’attesa, potevo persino sentire la puzza di sudore del signore, arrabbiato alla mia destra.
Continue reading “Ritorno al passato”