Letture istruttive

Ben tornati in quest’angolo buio e dimenticato del web. Ormai è lunedì, ma la genesi di questo post è cominciata almeno una settimana fa, fra poco due se non riesco a decidermi di finirlo! L’indecisione è una brutta bestia!

Durante la mia pausa forzata dalla scrittura e dal blog, non mi sono estraniata completamente dalla mia sfera vitale. Ho comunque continuato a leggere qualsiasi tipo di storia, in qualunque tipo di formato e mezzo.

Mentre leggevo nasceva spontanea una domanda: è possibile imparare dagli errori altrui?

Spiegati meglio Giuse!

Continue reading “Letture istruttive”

Diario di bordo

Bentornati in questo piccolo anfratto sperduto.

Oggi scriverò un post un po’ diverso dal mio solito. Forse inizierò una nuova rubrica: Diario di bordo o forse no. Non ho ancora deciso! Certamente l’anno 2016 è iniziato all’insegna della chiarezza. Per favore, non puntualizzate dicendo che siamo appena entrati nel mese di marzo!

Sono quisquiglie e l’anno è appena cominciato. Molte cose dovranno ancora cambiare e/o iniziare, perciò non siate troppo puntigliosi su queste piccolezze!

Sono a casa ammalata con l’influenza, mal di gola che mi costringe a star in silenzio e questo, amici miei, non avete nemmeno idea di come sia limitante… per chi mi sta intorno forse è un sollievo, ma tant’è… non facciamo i puntigliosi ancora una volta!

Per fortuna ho questo spazio e qui, posso parlare a sproposito e quanto voglio!

Non è una minaccia tranquilli! È una promessa! 😀

Abbiate pazienza fra poco arriverò al dunque, forse…

Per iniziare

Un periodo di stacco forzato come il mio, ogni tanto è salutare. Serve per schiarirsi le idee e riflettere, su quanto fatto fino a quel momento. Continue reading “Diario di bordo”

Buon giorno mondo! Sono viva!

Quanto tempo è passato dall’ultima volta che pubblicai? Quasi nove mesi fa! Esattamente il 26 giugno 2015.

Quel post parlava del mio vuoto cosmico e dal quale non riuscivo a uscirne. Mi sentivo impantanata, invischiata, volevo scrivere, ma non potevo. No è più corretto dire che non VOLEVO. A quel punto mi domandai, come posso mantenere un blog di scrittura e dare consigli, se io per prima non scrivevo? Mi sembrava senza senso e così lentamente cominciai a non preparare più le uscite, ma non solo. Continue reading “Buon giorno mondo! Sono viva!”

Vuoto cosmico

Bentornati tra queste mie umili pagine. La settimana appena trascorsa è stata per molti aspetti difficile da digerire, stressante e piena zeppa di cose, che mi hanno allontanato dalla scrittura e dalla lettura. Non ho più letto neanche una pagina dei cinque libri che mi aspettano ai piedi del letto, per non contare quelli in formato digitale sul kindle. Continue reading “Vuoto cosmico”

Lavori in corso – Coming Soon

Ciao belli e brutti, come state? Spero bene.

Lo so, da un post a settimana sono scesa a uno dell’anno del mai. Scusatemi, lo so che così non va bene, ma quando il computer mi è stato riconsegnato dall’assistenza, il lavoro di un mese mi è piombato addosso, proprio come un’aquila affamata. Mi ha avvinghiato coi suoi artigli e mi ha rapito, portandomi in lidi lontani; per fortuna non mi ha divorata, spero!

Non scherzo se vi dico che non ho avuto più testa. In questo periodo, sto cercando di ritagliare un’ora di tempo per camminare e seguire gli allenamenti di karate. Dieci anni di fermo totale sono stati devastanti per il mio fisico! Continue reading “Lavori in corso – Coming Soon”

Il proprio luogo

Buona mattinata amici miei, un’altra settimana è arrivata e io sono ancora senza computer. I giorni di agonia sembravano passati, ma era solo un’illusione. Nuovi giorni di sfiga sono all’orizzonte.
PC per favore, torna da me!
Non pensavo, che l’assenza di un elettrodomestico, come il personal computer potesse essere tanto angosciante. L’ho sempre dato per scontato, come se la presenza di quell’oggetto inanimato fosse scontato. Una presenza fissa e viva allo stesso tempo, ma non è così. Gli oggetti possono rompersi è inevitabile.
Sfortuna a parte, continuo a scrivere! Ho appena concluso le prime
Continue reading “Il proprio luogo”

“Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo”, Emilio Gentile

Ciao, il tuo blog è interessantissimo. Ci sono un sacco di nozioni di storia e approfondimenti per nulla banali!
Bazzicherò qui ogni tanto, per leggere e ripassare alcuni periodi storici!
Complimenti

Andata, ho ribloggato… la mia intenzione era di commentare, ma ormai lo avrete capito… faccio solo disastri… e l’app di wordpress mi ha teso la gamba, comunque fa niente. Anche se non ho mai ribloggato nulla, non vedo perché non cominciare ora.

Questo blog è molto interessante, se vi capita buttateci un occhio!

la Ciarla

Emilio GentileUna delle più recenti pubblicazioni sul tema della Grande Guerra (di cui quest’anno ricorre il centesimo anniversario) è quella dello storico italiano Emilio Gentile, “Due colpi di pistola, dieci milioni di morti, la fine di un mondo”, edita da Laterza lo scorso febbraio. L’opera – accompagnata da diverse interessanti illustrazioni – offre una buona sintesi dei principali avvenimenti della prima guerra mondiale, delle sue cause e della sua eredità.

Nel 1914 la civiltà più avanzata del pianeta precipita in modo quasi inspiegabile in un conflitto di proporzioni mai viste. Tutto lo sviluppo tecnologico conseguito fino a quel momento viene messo al servizio della guerra, della distruzione totale del proprio nemico. Nel giro di pochissimi anni si passa dunque dall’idea di un progresso quale strumento al servizio dell’umanità alla verità amara di una modernità in cui “era insito un destino di catastrofe”. Per questa ragione molti intellettuali europei del tempo…

View original post 130 altre parole

Terzo passo: scrivere il soggetto/canovaccio

Rieccomi qui dopo una settimana. Le mie speranze di riavere il pc cominciano a scarseggiare.
La sfiga continua a perseguitarmi, i pezzi da sostituire non arrivano e l’unica cosa certa è il lavoro che si accumula insieme all’ansia.
Allo stesso tempo, però sono felice, il mio romanzo sta lievitando, anche fin troppo. Lo so avevo detto che stavo scrivendo l’ultimo capitolo, ma in realtà era il penultimo (l’ho scoperto solo due sere fa)… mi divertirò un sacco a tagliare quando farò la revisione, perciò miei lettori cavia siete avvisati, il romanzo è agli sgoccioli! Continue reading “Terzo passo: scrivere il soggetto/canovaccio”

Parole di Paura

Ciao a tutti amici lettori. Scusatemi, ma anche questa volta mi sono distratta.

Vorrei giustificarmi per questa mia assenza dicendo: non ho postato nulla, perché ero impegnata nella stesura dell’ultimo capitolo del romanzo e mi sono dedicata solamente a quello, ma non è vero. Cioè è vero che sono all’ultimo capitolo, ma non ho scritto neanche una parola; è fermo alla seconda pagina e oggi mi ritrovo qui coi sensi di colpa. Cosa ho fatto per due settimane? Mi sono bloccata. In testa continuano a ronzarmi due personaggi, che non c’entrano nulla né con il racconto aperto sul blog e neanche con il romanzo e allora? Cosa devo o posso fare? Continue reading “Parole di Paura”

Secondo passo: i personaggi

Un po’ di tempo fa ho introdotto il concetto di casting, ma oggi voglio approfondire meglio questo passaggio. I personaggi sono i veri protagonisti della storia, che ci accingiamo a raccontare, ma devono essere delle persone reali, vive e piene di sentimento. Bisogna ricordarsi che non sono dei feticci inanimati, ma hanno un’anima e cosa più importante da non dimenticare, loro saranno i nostri amici per molto, molto tempo. Per mesi o anni ci accompagneranno durante le nostre giornate senza tregua e lunghe notti. Continue reading “Secondo passo: i personaggi”