Seguendo le orme passate

Il 10 dicembre 2014 leggevo il post:

Il romanzo che mi ha fatto amare i libri di Daniele Imperi su Penna Blu.

Lo so, sono passati quasi due mesi da quando promisi di scrivere il post, ma riordinare l’armadio e cercare tutti i libri che necessitavo per fare un bel tuffo nel passato, ha richiesto più tempo del previsto. Più che altro auto-convincermi di aprire l’armadio e tirare tutto fuori è stato uno degli scogli che ha richiesto più energie.

Perciò rispondo ora alla sfida lanciata da Imperi…

Ricordo ancora l’emozione che provavo quando mia mamma mi comprava un libro e di come mi sorrideva. Mi ricordo anche, quando mi sdraiavo sul letto e mi perdevo per ore tra le pagine del libro.

Amavo leggere e amo farlo anche oggi. In un certo senso non sono mai cresciuta. Soffermandomi un secondo, probabilmente è l’unica vera attività alla quale io sia mai riuscita a mantenere una certa disciplina e a portare avanti nel tempo. Mondo, mi dispiace! Io sono un topo di biblioteca! Continue reading “Seguendo le orme passate”

Trilogia vs libro singolo

Cosa preferisci leggere una trilogia o un libro unico? Penso che questa sia proprio una decisione personale, dettata più dall’emotività e dalle proprie esperienze pregresse, che da qualche oscuro dogma.
Ho letto moltissimi libri e anche se non mi reputo una lettrice forte, purtroppo perdo il ritmo e non leggo con costanza, anche se mi piacerebbe. Ho sempre prediletto, le saghe, non quelle troppo lunghe, le trilogie per l’appunto. Mi affeziono ai personaggi e

Continue reading “Trilogia vs libro singolo”