Vuoto cosmico

Bentornati tra queste mie umili pagine. La settimana appena trascorsa è stata per molti aspetti difficile da digerire, stressante e piena zeppa di cose, che mi hanno allontanato dalla scrittura e dalla lettura. Non ho più letto neanche una pagina dei cinque libri che mi aspettano ai piedi del letto, per non contare quelli in formato digitale sul kindle. Leggi tutto Vuoto cosmico

Infernale

Il post di oggi sarà un po’ diverso dal solito, crudo, acido e forse una piccola denuncia sulla stato d’essere, ma non lo dirò apertamente, sarete voi a decidere alla fine di questo articolo se ciò, che avrete letto sarà stato un racconto basato su fatti inventati o su fatti realmente accaduti.

Con questa piccola anticipazione, vi auguro buona lettura!

Leggi tutto Infernale

Il proprio luogo

Buona mattinata amici miei, un’altra settimana è arrivata e io sono ancora senza computer. I giorni di agonia sembravano passati, ma era solo un’illusione. Nuovi giorni di sfiga sono all’orizzonte.
PC per favore, torna da me!
Non pensavo, che l’assenza di un elettrodomestico, come il personal computer potesse essere tanto angosciante. L’ho sempre dato per scontato, come se la presenza di quell’oggetto inanimato fosse scontato. Una presenza fissa e viva allo stesso tempo, ma non è così. Gli oggetti possono rompersi è inevitabile.
Sfortuna a parte, continuo a scrivere! Ho appena concluso le prime
Leggi tutto Il proprio luogo

Byte

Eccomi di nuovo in ritardo!
Dovrete avere ancora un po’ di pazienza, ma per ora non riesco a essere puntuale con i miei appuntamenti col blog!
Sto preparando un bellissimo post della rubrica “Intervista al chiaro di luna con”, ma al momento non riesco a portarlo a termine. Un po’ per la mia spossatezza e poca concentrazione e un po’ per le mie enormi sfighe informatiche!
E quando dico enormi, sono enormi! Oggi, per vostra somma gioia, condividerò con voi queste mie terribili e nefaste esperienze. Leggi tutto Byte

I tuoi personaggi sono vivi?

L’altro giorno sono andata in ospedale e ho incontrato uno dei miei personaggi. In carne e ossa. Mark W. è un dottore e un ricercatore alquanto eccentrico, particolare, la sua mente viaggia lontano e si fa fatica a seguire il filo dei suoi pensieri. Quel personaggio era lì di fronte a me, senza preavviso aveva preso vita. Leggi tutto I tuoi personaggi sono vivi?

I limiti invisibili

L’altro giorno ho scritto il racconto Reborn City e durante la stesura mi sono bloccata. Alcuni limiti invisibili, o meglio un certo senso di pudore (immotivato per giunta) mi ha frenata. In poche parole? Mi sono auto-censurata. Leggi tutto I limiti invisibili

Moto perpetuo

Anche oggi sono in ritardo con la pubblicazione. Dovrei arrendermi e dire a me stessa e a voi che il vero giorno di pubblicazione è il mercoledì, ma non lo faccio e non lo farò. Voglio perseverare e poi questi giorni di caos mentale e di sbatti familiari finiranno no? Ditemi di si, vi prego. Non appena rientrerò nei giorni prefissati e a scrivere gli articoli con largo anticipo, penso che quel giorno possa nevicare sangue… ma la normalità è noiosa non trovate? Leggi tutto Moto perpetuo