Buon giorno mondo! Sono viva!

Quanto tempo è passato dall’ultima volta che pubblicai? Quasi nove mesi fa! Esattamente il 26 giugno 2015.

Quel post parlava del mio vuoto cosmico e dal quale non riuscivo a uscirne. Mi sentivo impantanata, invischiata, volevo scrivere, ma non potevo. No è più corretto dire che non VOLEVO. A quel punto mi domandai, come posso mantenere un blog di scrittura e dare consigli, se io per prima non scrivevo? Mi sembrava senza senso e così lentamente cominciai a non preparare più le uscite, ma non solo.

Lentamente mi allontanai dal mio romanzo, con la mente e con il cuore.

In tutta questa sporca vicenda, c’è un però grande come una casa!

Voi i miei lettori, in particolare voglio ringraziare gianni, che ogni tanto è venuto a bussare alla mia porta, e a cercarmi.

Gianni grazie!

 

Passi perduti

Tanto per darvi un’idea di quanto fossi entrata in crisi, scrivo le ultime date di salvataggio dei file da giugno 2015 a oggi:

capitolo 20: 5 aprile 2015

capitolo  21: 26 maggio 2015

Capitolo 22: 15 luglio 2015

Capitolo 23: 19 febbraio 2016

Capitolo 24: 20 febbraio 2016

Capitolo 25: 22 febbraio 2016

Notato nulla?

Il tempo intercorso tra uno scritto e l’altro è immane, gigantesco e frustrante, ma nell’ultimo mese mi sono rimessa in carreggiata!

Ho perso un sacco di tempo, ma allo stesso tempo non lo rimpiango. Sono convinta che doveva succedere e probabilmente in questi giorni ho anche capito perché!

Mi sono resa conto che un periodo di fermo completo mi sia servito per maturare in ogni senso.

Avevo bisogno di disamorarmi da ciò che avevo fatto finora per poter compiere delle scelte drastiche. Una sorta di preparazione mentale ai tagli che dovrò adempiere al mio scritto, perché molti di quei capitoli, mi pesano come dei macigni e fino a quando non te ne rendi conto, ti senti schiacciare da una forza invisibile, non ben identificata.

Qualcuno aveva detto (molto probabilmente gianni) ritrova il tuo obbiettivo e così ho fatto: mi ero persa dietro un falso sogno di riuscire a vivere di sola scrittura, ma non è quello che voglio. Voglio condividere condividere con il mondo le mie storie malate e senza morale alcuna, come direbbe un’amica. Insomma un passo alla volta, riscoprendo il piacere di scrivere.

Come ne sono uscita?

Nell’ultimo anno trascorso ho iniziato diverse attività extra lavorative, che comunque hanno ridotto il tempo che dedicavo alla scrittura.

Ho iniziato a prendere lezioni di inglese, (GRAZIE SILVIA, solo tu sei in grado di insegnare a una testona come me!) Ho iniziato a rifrequentare il dojo di karate, assolutamente necessario per riacquistare il controllo sul mio corpo e sul mio respiro… l’asma non aiuta per nulla!

E dulcis in fundo, ma non ultimo per importanza, ho iniziato a collaborare con delle ragazze fantastiche di “Scanduzioni”. Ho scoperto un mondo. Non intendo dire che ho scoperto i manga o cose del genere, ma il mondo e le persone che stanno dietro allo schermo e che solo per giusto di condividere la loro passione la rendono disponibile a tutti.

Vorrei ringraziare in particolare Titti, Macci e Angy, tre ragazze stupende conosciute su scanduzioni. Loro come me amano scrivere e hanno fondato “un gruppo di supporto per scrittrici in preda al panico”. Grazie a loro e al continuo sostegno ricevuto e dato, sono riuscita a risalire dal pozzo senza fondo nel quale ero caduto. Grazie ragazze!

Grazie a tutte queste attività, che porto avanti con fatica, ma vado avanti sono riuscita a sbloccarmi. Prima di essere scrittori, si è uomini. Un’anima sana ha bisogno di una mente sana e a sua volta di un corpo sano… è una citazione orientale… Ma non me la ricordo 😄

In conclusione

Ricomincerò a pubblicare con la stessa frequenza di prima? Non lo so, forse sì, forse no! Una cosa è certa da ora in poi, cercherò qualche tema particolare, qualcosa che solo io possa scrivere, col quale divertirci insieme. Non perseguirò a tutti i costi l’uscita, forse pubblicherò una volta a settimana, ma se non ho nulla di particolarmente interessante da pubblicare non lo farò. Voglio costruire insieme a voi un angolo interessante, un luogo dove poter discutere di qualcosa di concreto e non di fuffa.

Grazie per la pazienza affidatami.

Prima di andarmene voglio provi una domanda: a voi è mai successa una cosa del genere? E come ne siete usciti?

Advertisements

7 thoughts on “Buon giorno mondo! Sono viva!

    1. Grazie 🙂
      Alcune volte, basta far passare un po’ di tempo!

      Grazie per esser passato in uqesto periodo! Devo confessarti, che ogni volta che vedevo una mail: gianni a ha commentato. Mi sentivo felice e allo stesso tempo pensavo 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...