Interviste al chiaro di luna

Ciao a tutti! Oggi pubblicherò di sabato, così recupero il post di martedì. Purtroppo la vita lavorativa e i mille impegni e scleri mi hanno assorbita più di quanto immaginassi e costretta a far saltare quasi subito i miei piani editoriali! Ho un sacco di articoli da sviluppare, ma poco effettivo per scrivere. Detto questo vi do il benvenuto in questa mia nuova rubrica “Intervista al chiaro di luna”

qui gli intervistati saranno torturati e legati e per liberarsi l’unico modo sarà rispondere alle domande. Scherzo! Non temete nessun fumettista, scrittore, artista sarà maltrattato!

Lo scopo

Lo scopo delle interviste sarà quello di scoprire come le persone nei vari campi affrontino il tema della storia e di come riescono a trasmettere i loro messaggi. Sono fermamente convinta che la scrittura non sia un campo ad uso esclusivo di noi scrittori, ma tutt’altro seppur con mezzi e fini diversi.
Cercherò di scoprire quali sono le differenze tecniche in primis, cercherò di scavare fino in fondo lasciando, però trarre a voi le conclusioni.

A chi toccherà?

Intervisterò fumettisti, artisti, video maker e scrittori. Inizierò con delle domande, ma se vorrete partecipare vi basterà lasciare un commento sotto al post e chiedere direttamente all’interessato.

Spero l’iniziativa vi piaccia e che partecipiate volentieri a questo mio esperimento!

Intanto vi lascio con una domanda: siamo proprio così distanti e diversi, cosa ci rende così diversi, come scrittori intendo, dagli altri professionisti?

Annunci

10 thoughts on “Interviste al chiaro di luna

  1. Qualche intervista, perché no? Però sappi che oneri e onori saranno soprattutto tuoi, perché nelle interviste è l’intervistatore che fa la differenza (almeno secondo me).
    Credo che noi scrittori siamo diversi dagli altri professionisti soltanto perché ogni professione ha i suoi problemi tipici. Noi forse abbiamo qualche paturnia in più, ma quando si sfocia nell’ambito artistico è sempre così. Se fai il cuoco cerchi lavoro come cuoco, se studi da idraulico poi cerchi un idraulico che ti prenda come apprendista, ma se sei un “artista” è molto più complicato convincere il mondo che i tuoi servizi… servono. Questo fatto dà lavoro a una bella quantità di psicologi e psicoterapeuti, credo. 😉

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...